Newsletter Cristalli News
Newsletter con notizie, video e immagini
del Parco della Vena del Gesso
e le aree protette della Macroarea Romagna
Iscriviti
Chiudi
Logo del Parco
Condividi
Home » Ente di Gestione » Progetti » Progetti in corso » Made In-Land » Punti d'Interesse

Parco Regionale Vena del Gesso Romagnola

Il Parco della Vena del Gesso (oltre 6mila ettari) nacque nel 2005 per delibera del Consiglio Regionale dell'Emilia Romagna. Si concludeva così un lunghissimo percorso iniziato negli anni Sessanta e che aveva visto innumerevoli stimoli e proposte da parte di geologi, botanici, archeologi e soprattutto speleologi, poiché la Vena custodisce uno dei patrimoni carsici (oltre 230 le cavità naturali ad oggi esplorate) più importanti dell'intero Appennino settentrionale e, per il gesso, dell'intera Europa. Il Parco si prefigge numerosi compiti: anzitutto conservare la natura - o se si preferisce un concetto oggi molto sentito e che in effetti non è solo uno slogan, la biodiversità - , ma anche le colture tradizionali e tutti i segni storici di una presenza umana plurimillenaria; poi promuovere forme di turismo e di ricreazione sane, non di massa ma attente a quel benessere che solo il contatto con ambienti incontaminati può garantire. Per gli aspetti naturalistici di veda anche la scheda SIC/ZPS Vena del Gesso romagnola (Rete Natura 2000).

Altre info su www.parchiromagna.it/parco.vena.gesso.romagnola

Località: Brisighella, Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Casola Valsenio, Fontanelice, Riolo Terme   () | Localizza sulla mappa
Vena del Gesso
Vena del Gesso
(foto di Nevio Agostini)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione