Newsletter Cristalli News
Newsletter con notizie, video e immagini
del Parco della Vena del Gesso
e le aree protette della Macroarea Romagna
Iscriviti
Chiudi
Logo del Parco
Condividi
Home » Ente di Gestione » Progetti » Progetti in corso » Made In-Land » Punti d'Interesse

Eremo di Gamogna

Fondato nell'XI secolo (1053 o 1055) dal monaco camaldolese San Pier Damiani, l'Eremo di Gamogna si trova nel medio-alto Appennino Faentino a 793 metri di quota, sul fianco di sinistra idrografica della valle Acerreta, raggiungibile a piedi da Marradi (2-3 ore), dal passo dell'Eremo (1 ora) oppure ancora dal sottostante Ponte della Valle (1 ora e 30 circa a piedi, oppure 20 minuti di fuoristrada).

In realtà della costruzione originaria, limitata a poche capanne forse in sasso o forse di frasche e a una modesta chiesetta, oggi non resta quasi nulla: la parte più antica visibile attualmente è l'abside, romanica, dal Corbara (storico dell'arte faentino) datata al XIII secolo ed effettivamente realizzata con pietre squadrate con grande cura. Il grazioso, piccolo chiostrino può forse risalire al '400 e così pure le parti del lato sud dove la muratura si integra mirabilmente con scogli naturali, affioranti e sporgenti, di arenaria viva. Secondo un'epigrafe il complesso venne ricostruito due volte, nel XIV e XVIII secolo, ma non si sa se tali ricostruzioni siano state integrali o se abbiano risparmiato alcune eventuali parti e se, in ogni caso, sia stato almeno in parte riciclato il vecchio materiale. Un esempio di tale problematica si riscontra nella facciata, restaurata nell'ultimo dopoguerra ma che con la sua sagoma a capanna e il suo aspetto in pietra nuda rivela un'edilizia funzionale e non stilistica, quasi “senza tempo”. Nei pressi, verso nord, copiosa e magnifica sorgente.

Comune: Marradi (FI) | Regione: Toscana | Localizza sulla mappa
Eremo di Gamogna
Eremo di Gamogna
(foto di Marco Clarici)
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione