Newsletter Cristalli News
Newsletter con notizie, video e immagini
del Parco della Vena del Gesso
e le aree protette della Macroarea Romagna
Iscriviti
Chiudi
Logo del Parco
Condividi
Home » Ente di Gestione » Progetti » Progetti in corso » Made In-Land » Punti d'Interesse

Camaldoli

In magnifica posizione a quota 816 m, nel folto di una grandiosa foresta di faggi, abeti bianchi e castagni, è una frequentata località di villeggiatura, meta di passeggiate e a sua volta base per escursioni nei dintorni, soprattutto verso il Sacro Eremo. Nacque dopo il 1012 (anno di fondazione dell'Eremo da parte del ravennate San Romualdo) come foresteria dell'Eremo stesso e come cenobio (luogo di monaci viventi in comunità, senza le restrizioni severe tipiche degli eremi).

In precedenza c'era l'antico castello di Fontebuona, probabilmente già dotato di un hospitale per pellegrini. Il nome deriva da Maldolo, il conte aretino che fece nel 1012 la donazione di tutta questa grande proprietà su cui sorsero sia eremo che monastero, omonimi ma fisicamente separati. Da vedere c'è appunto il Monastero, con chiesa ricostruita dal 1509 al 1524 (e poi con aggiunte barocche nel '700) e contenente importanti dipinti di Giorgio Vasari; i chiostri (uno montano, cioè in parte tamponato con vetri e visibile solo su richiesta, l'altro sempre accessibile e facente parte della foresteria) e infine la cinquecentesca farmacia con originali armadi lignei intagliati, antichi vasi in ceramica e piccolo coccodrillo imbalsamato in antico. Si segnala anche lo spettacolare, millenario castagno “Miraglia” (quasi 12 metri di circonferenza del tronco), raggiungibile con brevissima passeggiata tramite il sentiero 72.

Altre info su www.camaldoli.it

Comune: Poppi (AR) | Regione: Toscana | Localizza sulla mappa
 
Vuoi inviare una segnalazione di inaccessibilità di questo sito web?Invia segnalazione